Fai diventare questo sito la tua Home Page Aggiungi questo sito tra i tuoi preferiti Contattaci Ricerca nel sito    

uggs sko louis vuitton oslo nike sko polo ralph lauren dame louis vuitton norge oakley norge parajumpers norge oakley briller polo ralph lauren salg moncler jakke ray ban solbriller canada goose norge ray ban norge woolrich jakke parajumpers salg



Home Page > Regolamento secondaria I grado

Regolamento secondaria I grado

a)         Tempi e ambienti

 

1.                Gli alunni accedono e lasciano la scuola dai cancelli di via Castelli e di via Novara.

2.                Gli ambienti della scuola media sono aperti a partire dalle ore 7.30. L’attività scolastica inizia alle ore 8.00 e si svolge nei giorni da lunedì a venerdì; sabato libero. Tutti i giorni è prevista la possibilità di fermarsi per il doposcuola fino alle ore 17.40.

3.                Alunni e docenti sono tenuti a presentarsi in aula, per l’inizio delle lezioni, con qualche minuto di anticipo rispetto al suono della campanella.

4.                Prima dell’inizio delle lezioni gli alunni potranno rimanere nelle proprie aule o nel corridoio. In nessun caso potranno entrare, senza il permesso di un insegnante, nelle altre classi.

5.                Durante le lezioni gli studenti non potranno lasciare l’aula se non per casi di reale necessità valutati dall’insegnante, e non più di uno alla volta. Esigenze riguardanti telefonate  e adempimenti di segreteria dovranno essere rinviate ai momenti di intervallo, avvisando comunque il vicerettore.

6.                In caso di malessere l’alunno è tenuto ad informare il docente che provvederà a farlo accompagnare in infermeria.

7.                Durante le ore di educazione motoria e nelle manifestazioni sportive gli alunni indossano l’abbigliamento sportivo, ufficiale dell’Istituto.

8.                Durante l’intervallo gli alunni sono tenuti ad uscire dalle classi che verranno chiuse a chiave. Trascorreranno l’intervallo nel corridoio o in cortile, rimanendo comunque nella zona delle medie.

9.                Al termine delle lezioni gli alunni dovranno lasciare l’aula in ordine e il banco vuoto. La classe verrà accompagnata dal docente fino alla sala mensa o all’uscita del piano terra.

10.            Nell’intervallo del pranzo gli alunni che si fermano in collegio rimarranno in refettorio anche nel caso in cui consumino cibo portato da casa. Nei giorni in cui sono previste le lezioni pomeridiane, previa richiesta dei genitori è possibile tornare a casa per il pranzo.

11.            Nella ricreazione dopo il pranzo gli alunni rimarranno nel settore ricreativo della scuola media (sala giochi, palestra, campo grande) attenendosi alle indicazioni del vicerettore e degli insegnanti incaricati.

 

b)         I rapporti scuola - famiglia

 

12.            Il diario e il libretto personale per le comunicazioni con la famiglia sono quelli distribuiti dalla scuola. Dovranno essere tenuti in ordine e, in caso contrario, ricomprati.

13.            Le assenze dalle lezioni e i ritardi devono essere giustificati dai genitori sul libretto personale. In caso di assenze e ritardi non motivati, il Dirigente Scolastico può adottare i provvedimenti disciplinari richiesti dalla situazione. In presenza di ogni quinto ritardo (anche giustificato) ad inizio mattina, l’alunno sarà ammesso in classe solo al termine della prima ora di lezione.

14.            Le uscite anticipate giustificate dai genitori sul libretto verde dovranno essere vistate dal vicerettore. Se per motivi urgenti è la scuola che manda a casa l’alunno/a, verrà dato avviso telefonico alla famiglia.

15.            Il collegio si fa carico di eventuali comunicazioni urgenti con la famiglia. Eventuali cellulari dovranno dunque essere tenuti spenti durante l’intero periodo di permanenza in collegio. Diversamente verranno ritirati e riconsegnati ai genitori dalla presidenza della scuola.

16.            Nella riunione d’inizio anno il Collegio Docenti nomina per ogni classe un professore in qualità di coordinatore, quale punto di riferimento per l’andamento della classe. I genitori potranno incontrare i docenti nei tempi e nei modi indicati ad inizio anno. Per una valutazione complessiva degli alunni possono rivolgersi al vicerettore. È sempre possibile riferirsi anche al Dirigente Scolastico.

17.            I compiti in classe vanno restituiti, firmati dai genitori, al professore nel giorno da lui indicato. In assenza della firma dei genitori il docente potrà ugualmente ritirare il compito in classe, indicando sul libretto personale la mancata presa visione da parte del genitore. Il Consiglio di Classe può decidere di non consegnare per un certo tempo i compiti, qualora nel periodo precedente gli stessi siano stati resi oltre i termini stabiliti.

 

c)         Le norme disciplinari

 

18.            Onde evitare spiacevoli contrattempi (scomparsa di oggetti, denaro, effetti personali) è consigliabile non venire a scuola con somme rilevanti o indumenti e oggetti di particolare valore. La direzione non assume responsabilità per quanto gli alunni possano smarrire nell’ambito dell’Istituto.

19.            Gli alunni trovati in possesso di materiale non inerente l’attività scolastica durante l’ora di lezione, dovranno essere segnalati al vicerettore per il temporaneo sequestro degli oggetti e l’eventuale comunicazione alla famiglia.

20.            L’ordine generale e il decoro dell’istituto sono affidati anche alla buona educazione e al senso di rispetto degli alunni. Eventuali danni saranno addebitati a chi li ha procurati.

21.            Particolare attenzione è chiesta per l’uso di strumenti delicati come quelli a disposizione nelle aule multimediali, del laboratorio linguistico e di informatica. Nell’uso di queste aule e della relativa strumentazione ci si attiene in modo scrupoloso alle indicazioni dei docenti. L’alunno è responsabile dei danni eventualmente arrecati. L’introduzione di file di qualsiasi tipo nei computer comporta un’ammenda di almeno € 30,00.

22.            È vietato introdurre nella rete internet foto e/o filmati relativi alla scuola e alle sue attività. I trasgressori potranno essere sanzionati anche secondo la vigente normativa sulla privacy.

23.            L’abbigliamento e la cura della propria persona si atterranno ad uno stile decoroso di reciproco rispetto e attenzione, senza indulgere ad atteggiamenti sciatti, volgari e provocatori.

24.            In tutti gli ambienti dell’istituto è vietato fumare. Infrangere tale norma comporta la sospensione per un giorno.

25.            La sospensione può essere sanzionata dalla direzione scolastica anche in presenza di episodi o comportamenti particolarmente gravi. A modo esemplificativo si segnalano la bestemmia o qualsiasi episodio di violenza fisica.

26.            è vietato accedere agli ambienti della Primaria e della Secondaria di II grado senza esplicito permesso del vicerettore.

27.            è vietato introdurre riviste o altro materiale contrario alla morale, alla religione e alle finalità proprie dell’Istituto.

28.            Nel clima della coeducazione, i rapporti interpersonali tra gli alunni e le alunne sono improntati a correttezza, rispetto e amicizia, per favorire un ambiente educativo sereno e aperto.

29.            In coerenza con la proposta educativa dell’Istituto, gli alunni partecipano attivamente alle lezioni di religione e alle iniziative di carattere formativo e religioso.

30.            I docenti segnaleranno con una nota sul libretto scolastico eventuali comportamenti scorretti degli alunni. La presenza di quattro note disciplinari  comporta un giorno di sospensione dalle lezioni, da trascorrersi comunque a scuola.

31.            In presenza di note di classe, sarà compito del vicerettore provvedere ad un eventuale intervento educativo.

32.            La normativa scolastica prevede sanzioni disciplinari per gli alunni che manchino ai doveri scolastici od offendano la disciplina, il decoro, la morale, anche fuori dalla scuola

33.            Le sanzioni inflitte sono portate tempestivamente a conoscenza dei genitori dell’alunno.

34.            La Direzione si riserva il diritto di allontanare dall’Istituto a suo giudizio e in qualunque periodo dell’anno scolastico, l’alunno la cui condotta sia in evidente contrasto con i principi morali ed educativi professati nell’istituto.

 

 



Salva questo testoSegnala ad un amicoStampaTorna alla pagina precedente
FACEC - COLLEGIO CASTELLI - Piazzale Santuario, 10 - 21047 Saronno (Va) - Tel. 02.9602428 - Fax 02.96701936 - info.castelli@collegifacec.it - C.F. e P. IVA 00593940125
COLLEGIO CASTELLI - C.F. e P. IVA 00593940125 - Ver. 1.0 - Copyright © 2018 FACEC - Disclaimer trattamento dati personali - Powered by Soluzione-web